mercoledì 22 febbraio 2012

Zenit 11, dalla Russia con robustezza

Quasi casualmente tempo fa mi sono imbattuta in quella che probabilmente, ad oggi, è la mia analogica preferita. Sto parlando della Zenit 11, una robusta macchina fabbricata in Unione Sovietica tra il 1981 ed il 1990 dai produttori KMZ (Krasnogorski Mekhanicheskii Zavod) e BeLomo (Belorussian Optical and Mechanical Association). E' una macchina che all'apparenza può sembrare complicata, invece offre a chi la usa il vantaggio di avere tutto a portata di mano. E' dotata di un esposimetro al selenio che, attraverso il piccolo pannellino montato sul fronte del prisma, sopra la lente, fa muovere un ago che ci indica con precisione come settare la nostra macchina. Accanto all'esposimetro, intorno alla manovella per riavvolgere il rullino, c'è una ghiera "doppia" che riporta le aperture del diaframma (ghiera più interna) ed i tempi di scatto (ghiera più esterna). Una volta che avremo settato gli ISO del rullino tramite un bottoncino posto sulla stessa ghiera "doppia", avremo automaticamente il settaggio della nostra macchina semplicemente facendo in modo che una lancetta cada perfettamente sopra l'ago dell'esposimetro. Devo dire che è molto più difficile a dirsi che a farsi! Quello che spetta poi a noi fare è mettere a fuoco e scattare. Il range degli ISO va da 25 a 400 mentre i tempi di scatto vanno da 1/30 a 1/500 con la possibilità di settare la macchina sulla posa B (quindi è dotata degli alloggiamenti necessari per montare treppiede e cavo di scatto)ed è equipaggiata anche con l'opzione autoscatto. La lente è una Helios -44M 2/58 per un frame a 24x36. Fin qui l'aspetto puramente tecnico che potrete approfondire leggendo il manuale completo.

Per quanto riguarda, invece, le mie impressioni, come ho accennato prima, è una macchina solida e robusta che mi ha totalmente conquistata per la sua razionalità. All'inizio vi potrà sembrare di non capirci nulla, per il modo in cui bisogna procedere per riavvolgere il rullino e anche per il modo in cui va fatta girare la ghiera di avanzamento. Va da sé però che con la Zenit la teoria è realmente più difficile della pratica e tutto sta nel metterle subito dentro un rullino ed utilizzarla; così vi accorgere di che gran macchina avete tra le mani e che il manuale delle istruzioni è solo un impiccio cervellotico (ma purtroppo cruciale, all'inizio)! Fino ad ora l'ho utilizzata con due rullini differenti (il terzo, un bianco e nero, è ancora dentro), un Konica Super XG 100 ed un Fuji Superia 200. Devo dire che l'accoppiata con la Fuji è sbalorditiva perchè queste pellicole offrono un livello di saturazione molto alto ed un buon contrasto, elementi che adoro sulle fotografie. Questi sono alcuni scatti che ho selezionato; l'intera galleria la potrete trovare qui e qui.
Questi sono alcuni scatti fatti con la pellicola Konika




questi, invece, quelli fatti con la Fuji Superia 200





Fonti utilizzate per le caratteristiche tecniche:
Foto della Zenit 11 tratte da:
  • SebastianTirado.cl
  • ilpadrino.hubpages.com

6 commenti:

  1. Anche io adoro queste russe e le AMO accoppiate con il fuji!! (che desolazione ora che mi sono quasi finitii ç__ç)
    Complimenti per le foto e per il blog =) che mi sto spulciando un po' :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, sono superlative. La mia zenit 11, tuttavia, mi sta lasciando e non c'è modo di riuscire a recuperarla. A 1/60 mi resta aperta la tendina e a niente sono valse le operazione di manutenzione. Devo farmene una triste ragione :(

      Elimina
    2. Ciao Romina,
      ce l'hai sempre la zenit 11 con la tendina che rimane aperta? Se si, asciugati le lacrime e fai come ti dico. La seconda tendina che rimane aperta sui tempi lenti è un problema piuttosto comune con le macchine russe, ma si può rimediare facilmente.
      Procurati un cacciavite piccolo a taglio e uno piccolissimo da orologiaio ( anche cinesi presi al mercato vanno bene), sempre a taglio.
      Con quello più grande svita le 4 viti del fondello della macchina,sollevalo con attenzione senza deformarlo, a volte quando si secca il grasso il fondello può sembrare incollato. Tenendo la macchina capovolta e con l'obbiettivo verso di te vedrai a sinistra due rotelle dentate con due piccolissime vitine di fermo che le tengono bloccate. Se c'è del grasso o della polvere potresti non vederle subito perché sono piccolissime. Le 2 rotelle dentate sono i registri della prima e della seconda tendina dell'otturatore. Togli le 2 vitine di blocco e stringi di mezzo giro in senso orario la vite centrale più grande che si trova al centro della rotellina dentata di registro. Poi prova a scattare con il dorso aperto in modo da poter vedere le tendine con la posa b tenendo la macchina di fianco con la leva di carica verso il basso, in modo che le tendine dell' otturatore scattando scorrano verso l' alto. Non tendere troppo le tendine: la giusta tensione si ha quando la prima si apre e la seconda si chiude bene senza esitazioni. Una tensione eccessiva accorcia la vita dell'otturatore. Dopo il mezzo giro iniziale, se non bastasse procedi con ulteriori regolazioni di un quarto di giro fin quando la seconda tendina, quella che chiude, scorre senza indugio. Ricordati di rimettere le vitine di fermo, rimonta il fondello e la tua zenit tornerà come nuova.
      Spero di esserti stato utile......fammi sapere.
      Ciao, Piero

      Elimina
    3. Caro Piero, ti ringrazio molto per esserti ricordato del mio problema! In effetti portai la Zenit 11 a "reingrassare", a farle fare una pulizia generale perchè immaginavo che il grasso rappreso fosse la causa della tendina aperta in tempi lenti. Devo dire che per un pò il problema non si è ripresentato, ma da qualche tempo a 1/60 lo riscontro uguale a prima. Una cosa che mi scoccia, come potrai ben immaginare. A maggior ragione ti ringrazio per la pazienza che hai avuto a scrivermi questo procedimento. Ho tutto quello che mi serve e ci proverò subito. Tanto più che tra poco partirò per un viaggio e portarmi dietro la zenit perfettamente funzionante non mi dispiacerebbe affatto. Ti farò indubbiamente sapere. Grazie mille ancora, tieniti aggiornato su questo post. Ti scriverò qui appena ci avrò lavorato su.
      Ciao, Romina

      Elimina
  2. Ciao a tutti; possiedo una Zenit 11.
    Può interessare a qualcuno?
    Grazie mille.

    RispondiElimina
  3. Ciao a tutti; possiedo una Zenit 11.
    Può interessare a qualcuno?
    Grazie mille.

    RispondiElimina