martedì 7 maggio 2013

Zenit 11 e Kodak ColorPlus 200: quando serve colore

E' successo che un sabato mattina con Marito abbiamo deciso che fosse giunto il momento di bazzicare vivai per dare un po' di colore al nostro terrazzo. Nel frattempo Mà e Pà ci dicono che sarebbero andati al paesello e che quindi avremmo potuto pranzare insieme e poi fare una passeggiata in campagna. La giornata era stupenda, un sole meraviglioso, colori che esplodevano ovunque, come rifiutare? Quella mattina avevo deciso di portare con me la Zenit 11 e il suo obiettivo Helios f.3.5/135 (con la custodia affrancata con un'etichetta rigorosamente scritta in cirillico, ma questo è un particolare solo per i feticisti), ma per strada mi accorgo che, dannazione, non ho con me nemmeno un rullino a colori. Ora, come saprete, non scatto tantissime pellicole a colori, ma ultimamente mi piace utilizzarle, soprattutto quando ci troviamo in mezzo alla natura e sarebbe brutto privarla della sua dignità cromatica. Allora ecco che spunta (perché esistono solo quelli, oramai, per la vendita di "massa") il Kodak ColorPlus, comprato al volo da un fotografo incrociato lungo la strada. Detto, fatto. Mi sono divertita a scattare spensieratamente (forse fin troppo, alcuni scatti sono venuti sfuocati, da qualche parte qualcuno chiude gli occhi, ma va bene...) e questi sono i risultati pastello tipici delle Kodak.
 














 
Alla prossima!
 

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Piace tanto anche a me! Ho fatto varie prove e questa è quella venuta meglio.

      Elimina