mercoledì 24 aprile 2013

La bambina e la macchina fotografica

Sono contentissima di poter condividere con voi questa fotografia che ho scovato al mio solito mercatino della domenica. Mi ha commossa, intenerita. Potrebbe fare parte dell'album personale di ciascuno di noi che della fotografia ne fa qualcosa di più che un semplice hobby. Allora ho deciso di pubblicarla così, da sola perché è così bella e pura che ha bisogno di essere ammirata senza nessun elemento di disturbo attorno.
 
 
 
 
Vorrei scrivere tante cose, ma penso che sia meglio così, non scrivere nulla, perché in questa piccolina ciascuno di noi può ritrovare tranquillamente se stesso, la propria storia, le emozioni che prova tenendo in mano una macchina fotografica oggi e quelle provate la prima volta che si è messo l'occhio dentro un mirino e si è scattato.  Per me, averla ritrovata per caso in mezzo ad un mucchio disordinato di altre fotografie è un piccolo segno. Mi è capitata tra le mani e me la sono tenuta stretta.

9 commenti:

  1. Sono appena uscita della tu espossizione ad Ourense...mi è piaciuto così tanto queste gioco...questa foto....grazie per questa serata!
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vero! Grazie per il commento. Rispondo solo ora che sono ritornata in Italia. Spero che il gioco vi sia piaciuto e possiate ripeterlo ancora in classe. Un abbraccio.

      Elimina
  2. Emozione...
    robert

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Robert. Lo è stato anche per me. Ho usato questa fotografia per tenere un laboratorio di scrittura in Spagna e devo dire che è stato molto bello accorgersi di quanto gli alunni si siano fatti coinvolgere da questo scatto.

      Elimina